Tuesday, 9 September 2008

malasanità

io a volte mi chiedo perchè l'Italia stia andando allo scatafascio.....poi arrivano giornate come oggi e non mi stupisco più!
cioè...già è assurdo che per una maledetta visita ginecologica adesso bisogna farsi fare le impegnative PRIMA di poterla prenotare (e per chi non lo sapesse già farsele fare richiede tempo, e l'appuntamento te lo danno comunque almeno un mese dopo - della serie "se vuoi una visita mobilitati un anno prima"), paradossale visto che chi le prenota la telefono mica le deve esibire..vabbè....

ancora più assurda è l'inefficienza degli specializzandi in ospedale che non hanno idea di come si compilino le suddette impegnative, anzi LA impegnativa, visto che secondo loro è solo una!
assurdo che quindi devo farme fare da mio papà che è ortopedico e non le compila da anni e anni e anni probabilmente...
però il colmo è quando arrivo stamattina al centro prenotazioni e mi trovo l'individua più stupida e inetta sulla faccia della terra, che chiamerla inetta è un'offesa per gli inetti...
prima tutte e due le impegnative erano sbagliate, poi una invece andava bene, poi anche l'altra andava bene ma mancava la parola "prelievo" (che stasera mio papà bellamente aggiungerà, ma non oso immaginare cosa avrebbe fatto un'altra al posto mio, al pensiero di dover tornare dal medico a fargli scrivere una stupida parola...ma aggiungerla te no vero???cosa sei anche analfabeta???) beh e poi............ciliegina sulla torta: NON VA BENE LA TESSERA SANITARIA IN TESSERA!!! incredulità da parte mia...ma cosa abbiamo le tessere nuove a fare allora???e chissà tra l'altro dove ho messo quel robo vecchio in cartoncino, spero di averlo conservato come ricordo...ma stiamo scherzando????cosa cambia poi???i dati sono gli stessi....e ormai è tutto registrato a computer...bah...le faccio cortesemente notare che in 7 anni che vado lì ho sempre usato la mia tessera sanitaria nuova e nessuno ha mai avuto nulla da obbiettare (anche perchè ricordo che si tratta solo di prendere un appuntamento!!!!non di donare un rene!!!!!!)..beh insomma la simpatica signora mi manda a casa senza appuntamento, con l'ordine di aggiungere una stupida parola su uno stupido supporto cartaceo e di riesumare una tessera sanitaria che ormai si sarà anche decomposta...cioè io da un mese sto cercando di prenotare sto benedeto appuntamento, e ogni volta qualcosa non va...e poi però parlano di prevenzione e di fare almeno una visita all'anno e stupidaggini varie...si grazie...se ho un tumore, o quant'altro, ora che riesco a prenotarmi ,fa in tempo a diffondermisi in tutto il corpo!

serena

a volte mi sento così!
e ringrazio chi ha la capacità di farmi stare così!


Friday, 5 September 2008

post scriptum


p.s. a me stessa...negli ultimi post domina l'immagine del caffè....temo di avere un problema!

come Loreley Gilmore

alloooooora, non è una novità che nei giorni, che per le persone normali dovrebbero essere tranquilli, piatti e monotoni, a me invece succede di tutto e di più....già...un giovedì notte da ricordare, senza annoiarvi con ulteriori dettagli...dico solo che dopo una mini oddissea, alle 8 meno dieci ero al mio Bò a sentire la quarta volta Giacomo all'appello di privato e, unica nota positiva della giornata: l'ha finalmente PASSATO!!!!!!!!con un discreto 21, ma credo che gli sarebbe andato bene un 18--- o un 17 e mezzo...e almeno di questo sono molto felice perchè se non lo passava nemmeno ora c'era la concreta possibilità che il nostro Giacomo Fiocco ci abbandonasse per intraprendere la carriera lavorativa! Quindi applausi applausi!
Peccato che dopo il lieto evento la povera illusa sottoscritta abbia ingenuamente creduto di poter finalmente fare ciò che preferisce: DORMIRE! Ma il destino oggi era molto, molto avverso.

rientro in casa verso le 10, mia mamma va al lavoro, mio fratello si piazza davanti alla tv e io vado stanca morta verso il mio letto stupendo.... e chiaramente c'è già il gatto piazzato in mezzo al mio materasso (grazie Turbo), ma io sempre più stanca morta me ne frego e prendo quasi subito sonno...che bello!!...peccato che alle 11 e mezza la dolce mamma fosse già tornata dal lavoro...e peccato che subito dopo mi chiamasse la mia amica Alessia per darmi non cattive, bensì pessime nuove! Anche qua risparmio i dettagli perchè mi bolle ancora il sangue...ma come si fa???mai sentito parlare di impegno e serietà???che poi mica si chiedeva a nessuno di andare al patibolo! e io volevo dare i miei regali gormitici a Davide! adesso invece forse non lo vedrò nemmeno più prima della sua partenza (e sta via per un anno...ma beneeeee)...beh, telefonata conclusa, giro di messaggi per avvertire tutti, insoddisfazine generale, norvosismo, disdire il tavolo con voce tra lo scocciato e il furioso (scusa ragazza, eri la capra della situazione)...poi altra telefonata, stavolta Filippo...chiacchierata varia, poi si torna al discorso della serata......e anche qua sorvoliamo che è meglio...beh, conclusa anche questa pranzo! poca fame, come sempre quando il mio corpo è stanco...poi doccia ristoratrice e poi la solita illusa sottoscritta crede di poter dormire! si esatto...crede!perchè la chiamano per il lavoro di sabato e domenica, chiaramente domenica salta...evviva!non li finitò mai i 10 giorni effettivi con sta anda!discussioni, discussioni, discussioni...stanchezza...cosa ci vorrebbe ora???un bel caffè chiaramente!!si peccato che il caffè-brodaglia della moka io non lo sopporti più...ma finchè un certo signorino me-la-prendo-con-comodo-tanto-si-tratta-solo-della-luisa non si dà una mossa devo rassegnarmi!invece io voglio il mio caffè!cribbio!le mie piccole soddisfazioni, i miei piccoli rituali, distrutti da UN UOMO! almeno rispondi ai messaggi!grullo! niente caffè: alternativa: dormire!!!!

ma noooooo......ma cosa???eresia!!!!dormire!!!!!non si può...perchè simpaticamente la manutenzione stradala ha deciso OGGI si rifare la strada in fondo alla mia via...e per chi non lo sapesse è una procedura abbastanza rumorosa!!!esigenza di caffè!!!!!brodaglia alternativa ingurgitata controvoglia!dov'è l'amore della mia vita???ti verrò a cercare io e ti porto a casa per riempirti di amore e attenzioni!

beh...il destino mi ha concesso di prendere sonno un paio di orette a lavori conclusi guardando le vecchie puntate di "una mamma per amica" dove chiaramente tutti carburano grazie all'amata bevanda (e pensare che due anni fa proprio non lo bevevo, neanche un goccio...assurdo)....insomma eccomi qua!devo ancora fare la mia ora di cyclette quotidiana e ho gli occhi terribilmente piccini, rossi e stanchi....se ora trovo lo slancio per fare il necessario movimento bene...e se no vi saluto tutti!vado in letargo fino a domani alle 16.00...e al lavoro arriverò fresca come una rosa!!!si si!saluti e baci!

e da domani comincia l'operazione "macchina del caffè" sperando che i contatti di abano mi degnino di risposta ( sono un opportunista, lo so).

Friday, 29 August 2008

Zatti - Colussi parte prima

eh si...per l'ennesima volta ho preso in mano il mio mattone blu, stavolta però seriamente, dev'essere seriamente!niente lavori improvvisati, e men che meno fughe al mare...la parola chiave da ora fino al 23 Settembre (leggi in realtà: preappello di Novembre/Dicembre): Susi!!!
e quindi oggi mi sono svegliata all'alba, che in realtà non era alba, ma era comunque estremamente presto...eh succede se il gatto ti si butta simpaticamente di peso sulla faccia alle SEIEMEZZADELMATTINO!!!!!!!...chiaramente se poi la sveglia era prevista un'ora dopo, ma hai preso sonno relativamente tardi, sai che è meglio non riaddormentarti....

beh insomma, doccia, primo caffè-brodaglia della giornata (la mia macchina del caffèèèèèèèè!!!!!!dove sei amore della mia vita procuratrice della mia droga quotidiana???)...alle SETTE-E-MEZZA (!!!) arrivo al solito bar dove la Silvietta pimpante e agitata come al solito mi porta il secondo caffè della giornata...per prendere tempo la sottoscritta ha bellamente sfogliato la gazzetta e il mattino, ma poi: PRIVATO!!!la prima ora ABBASTANZA scorrevole...poi noia!!!!!e le ragazzette del tavolo vicino che per confidarsi a momenti usavano il megafono e in mezz'ora si sono fumate un pacchetto di galoioses (pronunciate così come sono scritte tra l'latro) perchè sono più leggere e così "potevano fare le fighe".....chissà com'ero io a quell'età,e come apparivo alle serie studentesse assorbite da diritto privato!aiuto...sto invecchiando....

e a ogni capitolo fatto invecchio di più...uno, due, tre, quattro, cinque capitoli in una mattinata...uno più inutile dell'altro...tutta introduzioni inutili e una digressione INFINITA sul diritto pubblico...MA MI PRENDI IN GIRO??????quel maledetto esame l'ho già fatto!!!che senso ha precisare cose che tanto la susi mai mi chiederà e che mi fanno perdere tempo! beh per fortuna verso le undici è arrivato Mattia con l'Ale ad assolvermi dallo studio!!!anche se il signorino aveva la giornata storta e la signorina aveva appena litigato col moroso...dev'esserci un ormone strano nell'aria patavina ultimamente!

L'Ale poi che mi dice che mi conviene cominciare a studiare da pagina DUECENTO!!!dirmelo prima no???mattinata buttata all'aria!mille caffè in corpo (per l'esattezza5!) nervi a pezzi e tanto tanto sonno!

bilancio della mattinata: troppi capitoli studiacchiati INUTILMENTE, troppo caffè, Mattia aveva le sue cose, alla morosa di mattia sono venute poco dopo...l'Ale capisce 2/a invece di 3, la sorella della chiara è un tantino sveglia per la sua età, il nuovo appartamento della dani e dalla chiara è enorme!!!e la Lui è stanca morta quindi le conviene farsi una dormita se no oggi prende sonno sui piatti della stefi!

Sunday, 10 August 2008

ho rischiato un infarto

dopo tanto tempo di silenzio narro ora la mia freschissima (dis)avventura...
le ultime sere le ho passate a fare un simil-lavoro, oggi finalmente serata libera e se ne approfitta per salutare un amico che domani parte solo soletto per le vacanze...

esco di casa intorno alle 23, torno poco dopo le due...e già all'inizio della mia via sento il noto rumore dell'allarme di casa mia...panico.....i vicini sono tutti via in vacanza, il resto dei miei famigliari anche, nessuno nei paraggi che abbia sentito il grido d'aiuto di casa mia...BENE...e la sottoscritta completamente sola cosa pensa di fare???troppo difficile chiamare subito la polizia....lascio la macchina accesa(della serie: rubate anche quella), spengo quel maledetto allarme e controllo subito l'unica porta che sbadatamente posso aver lasciato aperta io: bellamente chiusa...BENE....sono due settimane che sono a casa da sola, le finestre non le tocco mai, e sono solo due le porte che regolarmente apro e chiudo...controllo tutto il piano terra...tutto chiuso...BENE...devo controllare il piano sopra...ma ho visto abbastanza film da sapere che non necessariamente è una buona idea...con i nervi a fior di pelle poi mi sembra di sentire rumori ovunque come se in casa ancora ci fosse qualcuno...e comunque la luce delle scale non si accende...BENE...chiaramente si chiede a qualche anima pia di venire subito subito a clamarmi i nervi e a contollare coraggiosamente insieme il resto della casa, ma evidentemente le uniche persone attulamente nei paraggi sono delle emerite stronze e basta, e l'unica che mi accorrerebbe è a chilometri e chilometri di distanza...vabbè...ho constatato nuovi dati di fatto...grazie ad entrambi...quindi si rimedia un coltello in cucina e si rimane inchiodati sul divano come dei pazzoidi finchè non viene il lampo di genio di chiamare la polizia...ma no dai magari è stato davvero solo il gatto, meglio rilassarsi un attimo....adesso si accende anche di nuovo la luce ai piani superiori...controlla, sempre col famoso coltello alla mano, che anche di sopra sia tutto ok...anche se chiaramente vedo segni di forzatura ovunque...ma dopo qualche minuto è appurato che in casa non c'è nessuno...respiro di sollievo...controlla di nuovo ogni serratuta possibile immaginabile per poi andare a navigare in internet a letto, lasciando tutte le luci in casa accese, e, chiaramente, riaccendendo l'allarme....i nervi si distendono, subentra la conseguente distrazione che provoca il web...e poi PAM!...eccolo che riparte l'allarme...BENEEEEEEE....succede tutti gli anni così, le faine di ladri controllano la casa, vedono quando inquilini e vicini partono per le vacanze e poi colpiscono, si però stasera c'è la Luisa in casa!!!!sant'Iddio...risale il panico puro..stavolta si chiama la polizia, anzi i carabinieri, e sì che c'è anche l'esercito in sti giorni che controlla il quartiere....non si capisce se passano o no, boh, vabbè...io attendo e intanto penso a chi potrebbe essere così buono e gentile da stare stanotte insime a me...anche se alle 3 di notte in pieno agosto le probabilità sono basse.....beh, morale della favola i carabinieri non arrivarono più, mooolto simpaticamente...potei essere morta sgozzata e sventrata se dipendesse dai simpatici amici in divisa...il mio rispetto per le forze dell'ordine con questo episodio è quasi completamete esaurito...la sottoscritta ora cerca di dormire e di non fare brutti pensieri...se non dovessi scrivere mai più su codesto blog è possibile che qualche simpatico ladruncolo mi abbia A) rapita B) uccisa C) fatta morire d'infarto..quindi tanti saluti dalla Lui!

Sunday, 27 July 2008

Mary Bell

passando a cose serie dopo tutti questi flussi di coscienza assurdi, la seguente è una riflessione sul caso Mary Bell...caso taciuto e molto discusso al contempo...qua in Italia non ne avevo mai sentito parlare...in Inghliterra viene invece discusso e contestato dal momento che fa emergere quelli che sono diverse tematiche affrontate inadeguatamente dal sistema giudiziario inglese che, come quello americano, ancora si serve del cosiddetto "processo spettacolo" in cui compare la cinetograficamente nota giuria di persone comuni e assolutamente setrne alla vicenda discussa, che delibera il verdetto finale di colpevolezza o innocenza, sulla base degli indizi presentati dagli avvocati di parte e controparte...

io ho scoperto questa vicenda un pò a caso, merito di mia mamma che senza libri non vive, e da qualche mese mi ha fatto scoprire una nuova autrice: Gitta Sereny, che descriverei come una quasi spietata indagatrice dell'animo umano e del conflitto interiore che deve esistere nel subconscio di chi commette certe azioni, o meglio, delitti...avevo già letto di suo "in quelle tenebre" in cui la discussione era intorno ai pensieri e al conflitto psicologico de Franz Stangl, incaricato della "gestione" se così si può dire,dei campi di concentramento di Sobibor e in seguito di Treblinka...

se già trovai quella narrazione agghiacciante, sotto molti aspetti non è nulla riguardo al caso di Mary Bell...Mary Bell: la bambina che a dieci anni uccide per strangolamento due bimbi di 3 e 4 anni...

ho letto la ricostruzione dei due omicidi, ho letto lo svolgimento del processo, ho letto il contesto in cui Mary era cresciuta e vissuta, e ho letto le considerazioni di Mary donna adulta con una sua figlia per la quale sacrificherebbe la sua vita...

riassumere in qualche riga il contenuto di almeno 300 pagine di dialoghi e racconti probabilmente non desta lo stesso interesse, ma, anche per un lettore assolutamente ignorante sulla vicenda, la riflessione dovrebbe sorgere spontanea: un adulto che uccide un bambino è disgustoso, vigliacco, repellente, merita tutte le sofferenze del mondo e la privazione di qualsiasi rispetto...ma un bambino che uccide un bambino come lo si giudica?o meglio: come si valuta l'atto compiuto?...si può far valere la stessa giustizia che si applicherebbe ad un adulto assolutamente responsabile delle proprie azioni e conscio della malvagità della sua azione?

inizialmente provavo per quella bambina un certo fastidio, la recepivo come arrogante, perfettamente in grado di capire ciò che aveva fatto, si insomma di fondo malvagia!

D'altronde ho un fratello di 10 anni, che, anche se alla James Bond gioca a uccidere il mondo intero, non sarebbe proprio in grado di concepire un'azione così crudele...

poi i miei sentimenti si sono evoluti, che a lettura conclusa ammetto di aver anzi sviluppato una sorta di simpatia, nochè di tenero affetto per quella bimba...quella bimba che si scopre aver avuto una madre prostituta che obbligava anche la figlia a prostituirsi, la picchiava per vezzo, e non le ha mai insegnato il valore e la fragilità della giovane vita di un bambino....

a dieci anni una personalità non è creata, non è ancora stato forgiato il carattere, l'educazione è ai primi stadi, non si ha ancora un chiaro punto di vista...e soprattutto la morte è percepita in maniera estremamente diversa da qualcuno di più grandicello, soprattutto per quanto riguarda la sua irreversibilità...ricordo a 6 anni quando morì un mio zio di tumore...nemmeno io là capivo cosa succedeva...tutti piangevano, tutti erano tristi, soprattutto mia zia, e io non capivo che lo zio non sarebbe tornato mai più....mi sembrava una cosa temporanea, o comunque una cosa che poteva essere cambiata...

Mary sapeva di aver ucciso Martin e Brian, ma non sapeva che erano definitivamente morti...vedendo Martin inerme, raccontò dopo al processo, il suo pensiero era che per l'ora del tè sarebbe di nuovo stato a posto..

ed embematica è stata per me la sua dichiarazione riguardo al tema della morte: l'unica morte che aveva conosciuto Mary fino ad allora era stata quella del suo cane, morto di sera "fatto resuscitare" da suo padre il giorno dopo...il suo cane è morto tre o quattro volte...per me in questa fare è racchiusa forse la spiegazione più grande...e chiudo così la mia riflessione...senza la pretesa o la presunzione di aver trovato un elemento di difesa schiacciante per la piccola assassina Mary, ma ponendo l'accento su una di quelle cose che costantemente mi portano a riflettere: i punti di vista!

stream of consciusness parte seconda

cose un pò meno a caso


più che un flusso di coscienza è uno sfogo...che nella mia mente però si è sviluppato come flusso di coscienza, e visto che Alessia Fabiola ed io abbiamo appurato che scrivere uno sfogo distende i nervi ecco il mio...

che in realtà non sono nervosa, a parte per la moka enorme di caffè ancora di ieri sera che mi sarebbe dovuta servire a sopportare le ore piccole della serata di lavoro(buahahahaha)...non sono nemmeno arrabbiata, amareggiata, furiosa o infastidita...forse un pò delusa, quello si, ma mica da te sai, da me stessa...perchè io davvero non mi capisco più...mi sento davvero le braccia che mi cascano pesantemente...e vorrei tirarmi un ceffone...o anche più di uno...cioè io aspiro a questo???ma a quale pro???l'esperienza non dovrebbe insegnare?evidentemente no...quasi è meglio ricominciare a simpatizzare con lame e lamette...non c'è nessun senso logico...nessuna razionalità, e ok che i sentimenti sono ciechi, ma come a essere questo il top per me?che razza di scala gerarchica mi sono costruita in testa?è davvero illogico....sarà veramente una legge fisica di attrazione di campi magnetici e altre teorie assurde, ma non confutabili...almeno se così fosse saprei che la logica effettivamente c'è, ma visto che sono negata in fisica non la colgo...ma quanto scema sei davvero???cosa ti aspetti da tutto ciò?non sei contenta adesso ma è certo al 100%, anzi al 1000% che non saresti neanche contenta se fosse come ipoteticamente vorresti...mica le persone cambiano, nemmeno sarebbe giusto pretenderlo...sarebbe più utile prendere a testate il muro di camera, che ho sentito brucia anche un sacco di calorie (e anche di materia cerebrale però temo, e già scarseggia)...non può avere nessun esito positivo tutto ciò, anzi quello che secondo il mio immagianrio romantico sarebbe l'esito positivo, nella realtà dei fatti sarebbe il più deleterio...poi altro che nervoso da caffè....e te sei davvero la persona meno affidabile e più millantatrice che conosca...ma prima che la sottoscritta lo accetti deve scoppiare la terza guerra mondiale, esplodere una bomba nucleare, diveratre realtà il pianeta delle scimmie...chissà, d'altronde da quando hanno clonato quella pecora tutto è possibile...vabbè basta, passo e chiudo...devo smaltire gli ultimi residui del caffè che mi ha sconvolto lo stomaco!

Wednesday, 16 July 2008

stream of consciousness

stream of consciousness
(oppure:
cose a caso)

rubo l'idea dal blog della mia amica alessia per sfogarmi un pò...nessuno si senta chiamato in causa...e chi invece si sente interpellato evidentemente avrà i suoi motivi....
saluti e baci dalla nuova aspirante James Joyce al femminile.......






sono triste.sono in pace con me stessa. non so cosa fare. non so che decisioni prendere. non sono sicura del mio futuro. sto perdendo tempo. faccio quello che mi piace. devo alzare la media. devo passare privato. devo smetterla di star male. piangere al ritorno in macchina può provocare incidenti. sono stufa. i gamberetti mi fanno venire il voltastomaco ormai ma sono ipocalorici. devo dimagrire. ti invidio un sacco. ti voglio un bene dell'anima anzi ti amo. ti voglio aiutare ma non so come. mi sento stupida e inerme. mi sento inutile. voglio aiutare. voglio aiutarti. sei stupenda. voglio quella benedetta pillola della felicità. sono stufa. non ne posso più. invece ne posso ancora. devo smetterla. sono malata. ti odio. no invece ti adoro. smettila di capire quello che vuoi. e te invece prova a crearti un punto di vista, anche a caso, basta che sia un punto di vista. ho fallito. devo studiare un sacco. sono ignorante. potevo fare di più. non sono nessuno per non concedere il perdono ma non sarà mai più come prima. fai quello stupido esame domani. non hai niente da perdere. odio gli specchi, ma ne ho bisogno. odio la mia incostanza. odio la mia debolezza. ti voglio. no è solo un capriccio. smettila di fare come stai facendo. sto male. non capisco niente. ho frainteso tutto. almeno di quello però non mi pento. vorrei cancellare una fase della mia vita. devo smetterla di bere birra. sono preoccupata per te. ma chi ti credi di essere???. odio il vittimismo. odio le incomprensioni. potresti anche rispondere sai?. i miei sbalzi d'umore fanno concorrenza alle montagne russe. voglio andarmene. ho rubato la bilancia a mio fratello. invidio i miei fratelli, tutti e due. voglio capirci qualcosa. non capisco niente. vorrei potertelo dire ma non avrebbe senso. adoro la mia famiglia. a volte mi manchi e rimpiango il passato. se ho superato quello, supero tutto. gli emo mi fanno ridere. tanta gente mi fa ridere. altra gente mi fa nausea. anche tu mi fai nausea. a volte. la benzina ormai costa troppo. ultimamente ho un debole per il piccante. io e mia cugina siamo troppo uguali. le mie cavie sono stupide. le mie tartarughe litigano. l'ale si sente grassa, ma e io cosa dovrei sentirmi allora???. vorrei tornare indietro nel tempo per cambiare certe cose. vorrei tornaqre indietro nel tempo e non averti mai conosciuto. ho rabbia. ma come ho fatto???. ho la sindrome da crocerossina. ma quanto stupido sei???. la smetti di scrivermi che non ho tempo!!!. abbiamo orari diversi. ma sotto latri aspetti siamo simili. non mi fido più. colpa tua, cretino!. ma chi ti credi di essere che sei alta un metro e niente???. come hai fatto a starci con quella?. soffro troppo il caldo. amo l'aria condizionata. non ho voglia di vacanza. mi mancano le marche. mi manca la casetta piccola. ho voglia di sparire. voglio sapere cosa viene dopo. perchè loro si e io no?. non essere geloso che se no lei ti molla. in bocca al lupo. quella gonna è oscena, non la metto più. devo far fare il regalo di mia mamma. mi sento in colpa. amo l'opera. nessuno ci viene con me. i biglietti per il verdi costano una fortuna. voglio vedere la carmen. qull'idiota si è sposato. ti voglio bene. vi voglio bene. mi hai deluso. ciao. arrangiati. attendo. sono stupida. o la smetto, o la smetto. non è giusto. amo Londra. ho perso il mio equilibrio. è colpa tua. ma è stato meglio così. in fondo grazie. ti voglio bene anche per questo. è destino che io rompa un telefono all'anno. penso già al mio regalo di compleanno. il tempo vola. è colpa tua. il mondo va avanti lo stesso. sei troppo buona. devi sostenere una posizione. tua morosa non sarebbe contenta. mi hai fatto fare un mezzo infarto. sono stanca. il mio sonno è sacro. buonanotte.

Monday, 14 July 2008

dopo tanto tempo


e finalmente trovo una parentesi di tempo per scrivere...in realtà fino al prossimo weekend il computer dovrebbe essere tabù per me perchè mi distrae dalle sudate carte, e non mi distrae solo un pochino, ma per ore, e ore, e ore...e ciò non è bene...

però è successa una cosa terrrrrribile, una tragggggedia....e io DEVO sfogare la mia disperazione e il mio dispiacere.......

LUI si è sposato......il MIO (seee magari) Ballack si è sposato, dopo dieci anni di convivenza, con la sua (sigh) Simone...chiaramente sempre nei pressi di casa mia...ma non poteva sposarsi in Ighilterra???no eh...

però anche il tempo ha disapprovato ed è piovuto tutto il giorno!!!buahahahaha!!!!!

e insomma un altro stupendo non è più conquistabile (anche se esiste il divorzio...ma Michael è troppo nobile...non divorzierà mai)

non resta che augurargli tanta felicità...e chissa che adesso ricominci a giocare un pò meglio dell'ultimo periodo.........

Friday, 20 June 2008

post di auguri

eccolo arrivato......il giorno dei compleanni!!!!!!!!!!!!!!!e quindi

AUGURI AUGURI AUGURI!!!!!


a DAVIDE

a SIMONE

alla MIA PATENTE
(caaaaara la mia carta rosa!!!!!!!!spero di non doverla cedere MAI)

a ALBERTO!!!!!!

che chiaramente è il più personaggio di tutti e stasera fa una roba alternativa...solo per pochi intimi però......quindi la Lui non è invitata (Alberto stronzo)

domani però sentirò il resoconto della festa di compleanno-non compleanno!!!

e il 20 Luglio invece si festeggia seriamente!!!!!
(io e la Dani stiamo già pianificando IL regalo buahahahahaha)

beh....auguri esauriti....sto ancora meditando su un altro regalo........
che in caso posso sempre fare l'anno prossimo!!!


a parte tutta questa gente che oggi invecchia devo però ossevrare che il 20 Giugno, accademicamente parlando, lascia molto a desiderare

anzi è proprio una brutta giornata....

l'anno scorso ero al caldo con la ale e berni (sigh) a fare quel maledetto diritto pubblico
e oggi economia aziendale...che mi sono resa conto di non essere particolarmente ferrata in materia.....
non mi sono ritirata perchè la speranza è l'ultima a morire, ma da quando il prof pronunciò il fatidico "signorina lei si sposti qui" l'esito del mio esame era già certo.........

vabbè...io e la vale sicuramente ci ritroveremo a luglio a ritentare la fortuna insomma!
(con l'ausilio del mitico Filippo, che dopo UN UNICO(!!!) giorno di studio ha preso 25)

ma non importa...oggi non si pensa agli esami e alle delusioni
(che poi vabbè, visto l'esame tanto delusione non è)

oggi si FESTEGGIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Thursday, 19 June 2008

stupenda

Una coppia sta festeggiando le nozze d'argento e contemporaneamente anche i 60 anni di vita.
Durante la festa appare una fata che dice alla coppia: "come premio per i 25 anni di fedeltà vi concedo un desiderio a testa".La moglie entusiasta esclama "voglio fare un viaggio attorno al mondo con mio marito!!"
... subito dopo la fata, dato un tocco con la bacchetta magica, fa apparire i biglietti aerei e i voucher per gli alberghi.
Il marito ci pensa un attimo poi rivolto alla moglie: "questa situazione è molto romantica, ma questa chance c'è solo una volta nella vita, quindi scusami cara, ma il mio desiderio è questo: avere una moglie di 30 anni più giovane".
La moglie rimane scioccata, ma un desiderio e' un desiderio, e quindi La fata lo accontenta: dà un colpo di bacchetta e zac!
L'uomo diventa un novantenne!

MORALE:........ gli uomini sono bastardi, ......ma le fate sono femmine !

Wednesday, 18 June 2008

prima prova

eh si...oggi per circa mezzo milione di studenti è cominciata la parte scritta della maturità...due anni fa al posto loro c'ero io...e devo ammettere che a differenza di altri, per me rimane un piacevole ricordo di un esperienza vissuta in una relativa tranquillità e sicurezza.....
all'epoca nella prima prova di italiano scrissi di Ungaretti...il nostro prof ci aveva abiutati (anzi quasi obbligati) a scegliere quella prima titologia di titolo, con analisi testuale e contestualizzazione storica....e quindi Ungaretti fu, sebbene io non lo gradissi particolarmente......il risultato fu comunque un bel 14/15 (per colpa di uno stupido errore di distrazione tra l'altro...maledetto riferimento a Leopardi)......
leggendo le tracce di quest'anno invece credo sarei stata titubante a scegliere proprio l'argomento letterario.........in particolare leggendo i due titoli "60 anni dall'entrata in vigore della nostra Costituzione. Un bilancio dei suoi valori attuali e del suo rapporto con la società italiana" e "Cittadinanza femminile e condizione della donna nel divenire dell'Italia del Novecento".........dopo aver fatto 3 volte (!!!!!)quel maledetto esame di pubblico mi sarei sentita prudere le mani, e anche la mia indole femminista si sarebbe sentita presa in causa, avendo già scritto un saggio su un argomento simile al secondo titolo(e avendo anche meditato se fare la tesina su qualcosa di simile)
beh.......che dire........bei temi!!speriamo che la mia cuginetta abbia avolto un laoro soddisfacente (ma credo proprio di si, dal momento che, come me, adora scrivere e ne è anche molto capace)
in bocca la lupo a tutti gli studenti per la seconda prova domani...sulle versioni ovviamente non metto bocca, ma sono curiosa di vedere la funzione....soprattutto dal momento che la mia di due anni fa era relativamente semplice, e anche quella dell'anno scorso, sebbene trigonometrica, non presentava un livello di difficoltà eccessivo (anzi...dopo un anno di sospensione completa della matematica sarei comunque riuscita a svolgerla quasi completamente senza aiuti)

ridere o piangere???

ecco cos'ho trovato in un blog molto interessante..............non c'è molto da stupirsi...a babbo natale la maggior parte degli italiani non crede più da molto.............però più che trattarsi di politica sembra la sagra del ridicolo..........per quanto ancora continueremo a farci prendere in giro???(e misteriosamente certa gente continua ad essere votata...vabbè)

Monday, 16 June 2008

[Canc]

alllllora..........le persone si possono classificare in due grandi categorie: quelli che usano lo stesso cellulare per anni e anni e anni(per intenderci quelli che dopo un anno hanno ancora la pellicola trasparente protettiva sullo schermo) e quelli che per svariati motivi hanno bisogno di cambiare annualmente telefono...io appartengo a questa categoria, e per intenderci non sono una di quelle che vuole sempre avere l'ultimo modello aggiornatissimo...in fatto di telefoni sono sempre stata estremamente sfortunata...dopo un anno non funzionano più...e se ammetto che i primi due telefoni li ho trattati malissimo assumendomi quindi la colpa della loro rottura, negli ultimi anni sono stata davvero più attenta........e invece puntualmente qualcosa si è rotto anche al mio telefono attuale...chiaramente poi non si rompono mai COMPLETAMENTE...ma qualcosa smette di funzionare e per qualche motivo la garanzia non è mai valida.......beh insomma gli ultimi due telefoni ammetto che li ho cambiati più per vezzo che per necessità, fatto sta che due anni fa abbandonai il mio samsung ancora relativamente funzionante(anche se con i suoi difettucci, e 4 viaggi alla vodafone per la garanzia, che non ha mai combiato nulla però)......e oggi quindi ho ripreso in mano il suddetto telefono.......e la cosa più bella dei miei vecchi telefoni è andarmi e rileggere i vecchi messaggi salvati in memoria telefono...già una settimana fa avevo ripreso in mano il mio primo telefono di hello e una serie di vecchi messaggi mi ha strappato sorrisi e malinconia........sul samsung invece ho fatto un tuffo nel passato, tra incredulità e nostalgia........3 persone diverse di cui avevo conservato qualche messaggio...persone che allora vedevo con occhi completamente diversi.......

primo tra tutti Berny.......il mio compagno di corso preferito....sempre bello e solare con una voglia di divertirsi pazzesca, e almeno un invito a uscire a settimana...io e berni a lezione eravamo sempre appiccicati a fare i cretini....berni è stato il mio primo Buckyamico...che di mattina leggeva il fumetto insieme a me!e berni è venuto con me al banale anche se è tipo da posti assolutamente diversi........e sul telefono avevo i suoi auguri di compleanno e una serie di altri sms in cui traspare il suo buon umore e la sua allegria....e ora invece berni non saluta più nè me, nè i suoi migliori amici per strada.....non risponde ai messaggi, non viene più alle cene di corso, anzi non viene proprio più in facoltà........berni ha la morosa adesso...e da poco più di un anno vive solo epr lei in funzione sua.......e lui che tanto diceva che mai più avrebbe permesso ad una tipa di mettersi tra lui e i suoi amici ci ha delusi tutti.....e a pensarci mi lascia tanta tanta amarezza (anche se adesso ho alberto che come compagni di corso preferito è mooooooolto meglio-tvb-)

poi Manuel.....mio ex...se così si può chiamare...storia tormentata, tra alti e bassi ma soprattutto bassi.......non dimenticherò mai come mi diceva che ero brutta, grassa e che non sapevo vestirmi.....e mi stupisco ancora oggi di come abbia fatto a sopportarlo così a lungo...a maggior ragione rileggendo certi messaggi con un contenuto del tipo "forse se non fossi sempre tra i piedi potrei essere anche più gentile" (testuali parole)......una storia che ora non capisco, a cui non riesco a dare un senso....che mi innervosisce ogni volta che ci penso...eppure due anni fa quei messaggi li ho tenuti e lui mi piaceva eccome

e poi un unico messaggio....del 6.12.2006...che adesso leggo incredula...con un invito che mi lascia ancora più incredula.....di una persona che all'epoca non era ancora nessuno se non un semplice amico e poi nel giro di pochi mesi è diventata anche troppo......anche già 3 mesi dopo avrei pagato oro per ricevere di nuovo lo stesso messaggio che invece non è più arrivato........e anche quest'ultimo rapporto ha passato più metamorfosi del brucaliffo....

insomma mi impressiona e spaventa quante cose possano cambiare in così relativamente poco tempo......le persone che si trasformano, i rapporti che si evolvono, punti di vista che cambiano drasticamente, consapevolezze che si assumono solo col senno di poi........e del passato rimangono 160 caratteri nella memoria di un telefono...niente di più....

ALBI


" (...)

Inoltre un altro Gottardo (Alberto) è trattato in queste ore dalla Caminese (che deve resistere al pressing dell'onnipresente Casone e della Pertichese). Si tratta di un talentuoso esterno destro reduce da un infortunio ai legamenti con trascorsi importanti a Noventa e San Paolo. Dov'esse arrivare la 'macchina' Caminese sarebbe quasi perfetta. "



tratto da tuttocampo

ebbene l'Alberto in questione è il MIO Alberto!!!!

L'Albi senza il quale l'università sarebbe una palla assurda...per non parlare delle ore in aula studio...

L'Albi dei gormiti che adora Bucky ma non lo ammette (se lo legge mi uccide buahahahahaha)
L'Albi che quando gli dico che sono una persona tendenzialmente troppo seria e rigida non ci crede perchè con lui rido sempre come un cretiiiina!!!


e visto che già da mesi è uno dei miei compagni di corso preferiti io gli dedico questo post e gli faccio un sacco di complimenti!!!!!!

per una volta l'oroscopo del metro aveva ragione...

il compleanno (nello specifico il 20 giugno.....che giorno A CAAAASOOOOO)

porta fortuna nel lavoro e in amore....

quindi chissà che vada bene anche oggi pomeriggio con la Flavia (ma che nome è?????)

Friday, 13 June 2008

incidente stradale

Un uomo e una donna si scontrano in un incidente automobilistico.
Le due auto sono distrutte, anche se nessuno dei due e' ferito.
Riescono a strisciare fuori dalle macchine sfasciate e la donna dice all'uomo: 'Non riesco a crederci: tu sei un uomo ... io una donna.
E ora guarda le nostre macchine: sono completamente distrutte eppure noi siamo illesi. Questo e' un segno: il destino ha voluto che ci incontras simo e che diventassimo amici e che vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni.'
E lui: 'Sono d'accordo: deve essere un segno del cielo!'
La donna prosegue: 'E guarda quest'altro miracolo ... La mia macchina e' demolita ma la bottiglia di vino che avevo dentro non si e' rotta. Di certo il destino voleva che noi beves simo questo vino per celebrare il nostro fortunato incontro...'
La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente metà e la passa a lei... ma la donna richiude la bottiglia senza berne neppure una goccia.
L'uomo le chiede: 'Tu non bevi?'
E gli risponde: 'No ... io aspetto che arrivi la polizia stradale......'
MORALE: NON SIAMO BASTARDE. SIAMO SOLO PIU' INTELLIGENTI....

Wednesday, 11 June 2008

break

appaio un istante dopo giorni e giorni di assenza......chiedo venia,ma quando lo studio chiama la Luisa risponde....però mi irritava lasciare sempre quell'ultimo post deprimente..........e quindi breve bilancio della mia quotidianità............
il 6 giugno è cominciata la mia sessione d'esame con un deludente 26....tra giugno e luglio mi attendono altri 3 esami e poi a settembre si affronta l'impossibile: DIRITTO PRIVATO!!!

si insomma la parola chiave dell'esatate è studio, studio,studio...ho già stabilito che quest'anno (per la prima volta da quando sono nata) non andrò nelle marche al mare, e sto meditando se rinunciare anche alla germania...al massimo ci andrò dopo settembre...si si...mi sa che farò così...mi sento maledettamente stacanovista, me se voglio evitare di rimanere anni e anni e anni all'università a fare la mantenuta bisogna rimboccarsi le maniche!!!!!!!

situazione stabile e invariata(come potrebbe essere altrimenti???)su tutti gli altri fronti, quindi non mi lamento...
a breve mi attende IL giorno dei compleanni (si perchè per qualche strano motivo un sacco di gente ha deciso di nascere il 20 Giugno) nonchè IL compleanno, anzi la festa di compleanno, della mia tesora...alla quale quest'anno NON MANCHERò!cascasse il mondo!!! (e so anche già che regaletto farle!!!che belllllo)

beh....come lo stregatto di Alice dopo questa mini-apparizione risparisco dietro economia aziendale!!!!PUFFF!!!!!!!

Tuesday, 27 May 2008

vuoto incolmabile

avrei così tante cose da scrivere, così tanti pensieri e così tanti ricordi...ma adesso ognuno di loro mi procura una stretta al cuore....

Monday, 26 May 2008

considerazione

tanto per restare in tema di favole ho bisogno di aprire e chiudere un piccolo sfogo........sono stufa, anzi arcistufa degli stupidi film che si risolvono, magicamente, negli ultimi 5 minuti, con un lieto fine inaspettato ma soprattutto poco, pochissimo credibile........e che cavolo....per capirci meglio ieri ho finalmente visto "memorie di una geisha"....bel film davvero....bel film finchè a 5 minuti dalla fine la protagonista scopre di essere ricambiata da sempre dal tipo a cui aveva giurato amore eterano sulla base di una minima gentilezza...............cioè boh....e io ci dovrei credere???onestamente mi sarebbe piaciuto un pò di più un finale alla titanic, e non alla orgoglio e pregiudizio (là almeno però la storia si sviluppava già in una direzione che poteva portare ad una fine).........ma non importa....passeggiamo in giro per il mondo indossando gli occhiali dalle lenti rosa della "Vie en rose".......

Saturday, 24 May 2008

la fanciulla che calpestò il pane - H.C. Andersen

Le fiabe-favole o storielle per bambini si associano meccanicamente ai fratelli Grimm o ancora più immediatamente ai film della Disney...Io da piccola invece leggevo volentieri Andersen...che in realtà scrive sempre racconti molto malinconici e istruttivi, che non si concludono con "e vissero felici e contenti" ma descrivono una crescita e una maturazione del personaggio principale crwando una Morale con la M maiuscola...e tanto per intenderci scrisse lui la Sirenetta...la cui storia ha poco, anzi pochissimo in comune con quella che poi è stata la versione cinematografica (divertentissima con Sebastian e il gabbiano con "l'arriccia-spiccia, ma non paragonabile allo scritto)...si insomma quelle di Andersen sono fiabe "mature"...e se una volta le leggevo con un certo spirito, mi rendo conto che potrei rileggerle oggi cogliendone tanti altri aspetti e insegnamenti...e infatti oggi mi è venuto in mente questo racconto qui..."la fanciulla che calpestò il pane"...buon tuffo nel passato a chi già la conosce e altrimenti buona lettura!!!

Inger era una bambina povera, orgogliosa e superba; c'era in lei un fondo cattivo, come si dice. Da piccolina aveva come divertimento quello di catturare le mosche e di strappar loro le ali riducendole a animaletti striscianti. Prendeva il maggiolino e lo scarabeo, li infilzava con uno spillo e poi metteva una fogliolina verde o un pezzetto di carta tra i loro piedi, così il povero animale vi si afferrava e si rigirava senza posa per cercare di liberarsi dall'ago.«Adesso il maggiolino legge!» esclamava la piccola Inger «guarda come gira il foglio!»Crescendo diventò ancora peggio, invece di migliorare; ma era bella e questa fu la sua sfortuna, perché altrimenti sarebbe stata castigata ben diversamente da come in realtà avvenne.«Bisogna trovare un buon rimedio per questa testa!» diceva la sua stessa madre. «Spesso da bambina mi calpestavi il grembiule, ho paura che da grande mi calpesterai il cuore.»E così infatti fece.Andò in campagna a servire in una famiglia molto distinta; la trattavano come se fosse stata una loro figlia, e venne anche rivestita di begli abiti; era graziosa e divenne superba.Era in campagna da circa un anno quando la sua padrona le disse: «Dovresti andare a trovare i tuoi genitori almeno una volta, piccola Inger!».Lei ci andò, ma per mettersi in mostra, per far vedere come era diventata distinta; quando giunse all'ingresso del paese, dove le ragazze e i giovanotti erano riuniti a chiacchierare intorno all'abbeveratoio, vide sua madre seduta su una pietra che si riposava, con davanti a sé un fascio di legna raccolta nel bosco. Inger se ne tornò indietro, vergognandosi, così ben vestita, di avere una madre stracciona che andava a raccogliere la legna.Non le dispiacque affatto essere tornata indietro, era solo irritata.Passarono poi altri sei mesi.«Dovresti tornare a casa a visitare i tuoi vecchi genitori, piccola Inger!» le disse la padrona di casa. «Eccoti un grosso pane bianco che puoi portare per loro; saranno certo contenti di vederti.»Inger si mise il vestito migliore e le scarpe nuove, poi sollevò un poco la gonna e si incamminò, con attenzione, per non sporcarsi i piedi, e per questo era da lodare. Ma quando arrivò dove il sentiero passava tra la palude e dove c'era acqua e fango per un bel pezzo di strada, gettò il pane sul fango con l'intenzione di camminarci sopra e attraversare il fango senza bagnare le scarpe; ma mentre stava con un piede sul pane e con l'altro sollevato, il pane affondò sempre più, con lei sopra, e così scomparve, rimase solo il fango nero e gorgogliante.Questa è la storia.Dove arrivò? Scese dalla donna della palude che fa la birra. La donna della palude è la zia delle fanciulle degli elfi, e questi sono molto noti perché hanno scritto ballate su di loro, e sono stati anche dipinti; della donna della palude invece si sa solo che quando in estate i campi sono pieni di vapore è perché lei sta facendo la birra. Proprio nel luogo dove si fa la birra cadde Inger, e quello non è un posto da starci a lungo. La cloaca in confronto è una luminosa e bellissima stanza.Ogni vasca puzza tanto da far svenire, e le vasche sono molto vicine tra loro, se poi nel mezzo ci fosse lo spazio dove poter passare, non sarebbe utilizzabile a causa dei fradici rospi e delle grosse bisce che si attorcigliano l'una all'altra. Proprio qui finì la piccola Inger; tutto quel ripugnante groviglio vivente era così gelato che lei rabbrividì e si fece sempre più rigida. Rimase attaccata al pane, che la tirava come un bottone d'ambra tira un filo di paglia.La donna della palude era a casa, aveva in visita il diavolo e la sua bisnonna, una donna molto vecchia e molto velenosa che non stava mai in ozio: non usciva mai senza avere con sé il lavoro, e lo aveva anche quella volta. Cuciva solette di cuoio da mettere nelle scarpe degli uomini, in modo che non avessero mai pace, tesseva menzogne e lavorava all'uncinetto parole avventate che cadevano sulla terra portando danni e rovina. E con quanto zelo cuciva, tesseva e lavorava all'uncinetto, la vecchia bisnonna!Vide Inger e si mise l'occhialino davanti agli occhi per guardarla meglio. «È una ragazza che ha attitudine!» disse. «Vorrei averla come ricordo di questa visita! Potrebbe essere messa come statua nell'ingresso del mio pronipote!»Così l'ottenne. Inger arrivò all'inferno. La gente non ci arriva sempre dritta dritta, si possono anche percorrere strade traverse, quando si ha l'attitudine.Era un ingresso senza fine; venivano le vertigini sia a guardare avanti che a guardare indietro; lì si trovava una schiera di persone sofferenti in attesa che la porta della Grazia venisse aperta: ma avrebbero aspettato a lungo! Giganteschi ragni, grossi e barcollanti, tessevano da millenni sopra i loro piedi, e la tela li stringeva come stivaletti e penetrava nella carne come una catena di rame, inoltre c'era un'eterna inquietudine in ogni anima, un'inquietudine piena di tormento. C'era l'avaro che aveva dimenticato la chiave della cassaforte, e sapeva che era rimasta dentro la cassaforte stessa. Sarebbe lungo nominare tutti i tipi di sofferenze e di tormenti che venivano patiti. Inger visse il suo tormento nello stare dritta come una statua, e le sembrava di essere fissata al pane."Questo succede a chi vuol avere i piedi puliti!" disse a se stessa. "Guarda come tutti mi osservano!" e infatti tutti la guardavano. I loro cattivi desideri venivano espressi con gli occhi, e venivano letti sulle labbra, senza che venisse emesso alcun suono; era una cosa terribile."Dev'essere un piacere guardarmi!" pensò la piccola Inger "ho un bel viso e dei bei vestiti!" e ruotò gli occhi, dato che il collo era ormai rigido. Oh, come s'era conciata nella birreria della donna della palude! Non l'aveva notato! I vestiti erano come coperti da un'unica grande macchia unta, e da ogni piega della gonna si affacciava un rospo, che guaiva come un cagnolino asmatico. Era proprio una cosa imbarazzante! "Ma anche gli altri che si trovano qui hanno un aspetto terribile!" si consolò.La cosa peggiore per lei era però la fame che sentiva. Ma non poteva dunque piegarsi per prendere un pezzetto del pane su cui si trovava? No! La schiena era rigida, e lo erano anche le braccia e le mani; tutto il corpo era come una statua di pietra. Poteva solo girare gli occhi, e li girava del tutto, così da vedere anche dietro, e era proprio una brutta vista! Poi arrivarono le mosche; le strisciarono sugli occhi, avanti e indietro, e lei sbatté le palpebre, ma le mosche non se ne andarono, non potevano perché le loro ali erano state strappate, erano diventate animaletti striscianti. Era un vero tormento, e poi quella fame; alla fine le sembrò che il suo intestino divorasse se stesso e si sentì così vuota, terribilmente vuota. "Se dura ancora a lungo, non lo sopporterò" disse, ma dovette sopportarlo, e le cose non cambiarono.Allora le cadde una lacrima ardente sulla testa, le scivolò lungo il viso e il petto fino a raggiungere il pane, poi ne cadde un'altra, e molte ancora. Chi piangeva per la piccola Inger? Aveva una madre sulla terra. Le lacrime di dolore che una madre piange per il proprio figlio arrivano dappertutto, ma non aiutano, bruciano e rendono il tormento ancora più grande. E poi quella insopportabile fame, e non poter arrivare al pane che calpestava coi piedi! Alla fine, ebbe la sensazione di aver consumato tutto quello che era in lei, era come una canna cava e sottile in cui rimbombava ogni suono, poteva sentire chiaramente dalla terra tutto quel che la riguardava, e erano solo parole cattive e severe quelle che sentiva. Sua madre piangeva molto e era addolorata, ma diceva anche: «La superbia fa cadere! E stata la tua disgrazia, Inger! Come hai addolorato tua madre!».Sua madre e tutti gli altri lassù sapevano del suo peccato, sapevano che aveva calpestato il pane e era affondata. L'aveva raccontato il vaccaro perché l'aveva visto personalmente dalla collina.«Come hai addolorato tua madre, Inger!» disse la madre «già, ma me l'aspettavo!»"Se solo non fossi mai nata!" pensò Inger "sarebbe stato molto meglio! Adesso non serve a nulla che mia madre pianga."Sentì anche che cosa dicevano i suoi padroni, quella brava gente che era stata per lei come una nuova famiglia. «Era una bambina peccatrice!» dissero «non ha rispettato i doni del Signore, ma li ha calpestati: la porta della Grazia non verrà forse mai aperta per lei.»"Avreste dovuto castigarmi di più!" pensò Inger "togliermi i grilli dalla testa, se ne avevo!"Sentì che veniva scritta una canzone su di lei: "La fanciulla superba che calpestò il pane, per avere le scarpe belle" e che veniva cantata in tutto il paese."Che si debbano sentire tante cose su questo, e che si debba soffrire tanto per questo!" pensò Inger "anche gli altri dovrebbero venire puniti per i loro peccati. Certo, così ci sarebbero molte cose da punire. Oh, come mi tormento!"E la sua anima diventò ancora più rigida del corpo."Quaggiù con questa compagnia non si può certo diventare migliori! e non lo voglio neppure! Guarda come mi osservano!"La sua anima era piena di ira e di cattiveria verso tutti gli uomini."Adesso hanno qualcosa di cui parlare, lassù! Oh, come mi tormento!"E sentì che raccontavano la sua storia ai bambini, i più piccoli la chiamavano "Inger la scellerata": era così cattiva, dicevano, così malvagia, e era giusto che patisse.C'erano sempre parole dure per lei da parte dei bambini.Ma un giorno in cui l'ira e la fame le mordevano il corpo ormai vuoto, sentì il suo nome; la sua storia veniva raccontata a una bambina innocente che scoppiò a piangere sentendo la storia della Inger superba e smaniosa di eleganza.«Non tornerà mai più su?» chiese la bambina. E le fu risposto: «No, non verrà mai più su».«E se chiedesse perdono e non lo facesse più?»«Ma non chiederà certo perdono!» dissero.«Vorrei tanto che lo facesse!» concluse la bambina, inconsolabile. «Darei il mio armadio delle bambole, se lei potesse tornare su. È terribile per la povera Inger!»Quelle parole toccarono il cuore di Inger e le fecero bene; era la prima volta che qualcuno diceva: "povera Inger!" senza parlare della sua colpa; una bambina innocente aveva pianto e pregato per lei: ne fu così commossa che avrebbe pianto, ma non poteva, e anche questo era un tormento.Passarono gli anni sulla terra, ma laggiù non ci fu nessun cambiamento: solo sentiva più raramente i suoni di lassù, si parlava sempre meno di lei. Un giorno sentì un singhiozzo: «Inger! Inger! Come mi hai addolorata. L'avevo detto!». Era sua madre che moriva.Ogni tanto sentiva il suo nome nominato dai suoi vecchi padroni e le parole più dolci della padrona erano: «Chissà se ti rivedrò mai, Inger! non si sa mai dove si va a finire!».Ma Inger sapeva bene che la sua brava padrona non sarebbe mai arrivata dov'era lei.Così passò dell'altro tempo, lungo e amaro.Poi Inger sentì di nuovo il suo nome e vide sopra di sé brillare due stelle luminose; erano due dolcissimi occhi che si chiudevano sulla terra. Erano passati tanti anni da quella volta in cui una bambina aveva pianto in modo inconsolabile per la "povera Inger": quella bambina era ora una vecchia che il Signore voleva chiamare a sé; proprio in quel momento, quando i pensieri di tutta la vita si ripresentavano a lei, ricordò di come aveva pianto amaramente da piccola nel sentire la storia di Inger. Quel momento e quell'impressione erano ancora così chiari nella sua mente nell'ora della morte che lei esclamò a voce alta: «Signore, mio Dio, forse anch'io come Inger ho spesso calpestato i doni della tua benedizione senza pensarci, forse anch'io ho peccato di superbia, ma tu, con la tua grazia, non mi hai lasciato sprofondare, mi hai sostenuto. Non lasciarmi nella mia ultima ora!».Gli occhi della vecchia si chiusero e quelli dell'anima si aprirono davanti all'ignoto, e poiché Inger era così viva nei suoi ultimi pensieri, potè vederla e vide com'era sprofondata in basso, e a quella vista quell'anima pia scoppiò in lacrime, nel regno dei cieli piangeva come una bambina per la povera Inger.Quelle lacrime e quelle preghiere risuonarono come un'eco nel corpo vuoto e consumato che racchiudeva l'anima prigioniera; questa venne sopraffatta da tanto inimmaginato amore che veniva dall'alto. Un angelo del Signore piangeva per lei! Perché era capitato a lei? L'anima tormentata ripensò a ogni azione compiuta sulla terra e scoppiò a piangere, come Inger non aveva mai potuto fare; la pietà per se stessa ebbe il sopravvento, pensò che la porta della Grazia non si sarebbe mai potuta aprire per lei e proprio mentre nella contrizione lo riconosceva, un raggio di luce brillò nell'abisso, un raggio molto più potente di quelli del sole che sciolgono gli uomini di neve costruiti dai ragazzi nei cortili; allora, molto più in fretta di un fiocco di neve che cade sulla bocca tiepida di un fanciullo e si scioglie in acqua, la figura pietrificata di Inger si dissolse, e un minuscolo uccello si alzò in volo, con lo zigzag del fulmine, verso il mondo degli uomini. Era però intimorito e impaurito per tutto quello che lo circondava, si vergognava di se stesso e di tutte le creature viventi e si rifugiò immediatamente in un buco che si trovava in un muro diroccato. Si posò lì e si piegò su se stesso, tremando in tutto il corpo; non riuscì a emettere alcun suono, perché non aveva voce, restò lì a lungo, prima di riuscire a vedere e ammirare con tranquillità tutte le bellezze che c'erano là fuori. Sì, era proprio una meraviglia: l'aria era fresca e mite, la luna splendeva luminosa, gli alberi e i cespugli profumavano, e poi era così bello il luogo dove si trovava e le sue piume erano così pulite e delicate. Come si mostravano belle tutte le cose create nell'amore e nella bellezza! Tutti i pensieri che si trovavano nel petto dell'uccello volevano essere cantati, ma l'uccello non riusciva a farlo, eppure avrebbe cantato così volentieri come fanno in primavera gli usignoli e i cuculi. Il Signore, che sente anche il silenzioso canto di ringraziamento del verme, sentì quell'inno di lode che si alzava in accordi di pensiero, così come il salmo risuonava nel petto di Davide prima di trasformarsi in parole e musica.Per molte settimane quei canti silenziosi crebbero e s'ingrossarono; ormai dovevano esprimersi, al primo battito d'ala di una buona azione: era indispensabile!Vennero le feste di Natale. Il contadino eresse vicino al muro un palo e vi legò un fascio di avena piena di chicchi, così che anche gli uccelli del cielo avessero un buon Natale e un buon pranzo in quel giorno di salvezza.Il sole si alzò la mattina di Natale e illuminò l'avena, così tutti gli uccelli volarono cinguettando intorno al palo del cibo; allora anche dal muro risuonò "cip, cip", quei pensieri silenziosi divennero suono, quel debole cip si trasformò in un inno di gioia, si cominciava a delineare l'immagine di una buona azione, e l'uccello uscì dal suo rifugio. Nel regno dei cieli sapevano bene chi fosse quell'uccellino.L'inverno si fece sentire davvero, l'acqua ghiacciò fino in profondità, gli uccelli e gli animali del bosco ebbero difficoltà a trovare cibo. Quell'uccellino volò lungo la strada maestra e cercò, trovandolo qua e là nelle impronte delle slitte, qualche granello di grano; nei luoghi di sosta trovò briciole di pane, ma ne mangiò una sola e poi chiamò tutti gli altri passeri affamati, affinché potessero trovare qualcosa da mangiare. Volò fino alla città, controllò tutt'intorno, e dove una mano amorosa aveva sparso sul davanzale pane per gli uccelli, ne mangiò un po' e diede tutto il resto agli altri.Per tutto l'inverno l'uccello raccolse e distribuì così tante briciole di pane che, tutte insieme, pesavano come l'intera pagnotta che la piccola Inger aveva calpestato per non sporcarsi le scarpe; quando l'ultima briciola fu trovata e data via, le ali grigie dell'uccello diventarono bianche e si allargarono.«Una rondinella marina sta volando sul lago!» gridarono i bambini, vedendo quell'uccello bianco. Si tuffò nel lago, si sollevò nella chiara luce solare e luccicò; fu poi impossibile vedere che fine fece, ma si dice che sia volato fino al sole.

Thursday, 22 May 2008

AMAREZZA


stasera serata calcistica molto alternativa....dunque non mi sono mai esposta su tale sport, chi mi conosce sa che dalle elementari "il mio cuore è rossonero" però tranne con mio ex sono sempre stata una tifosa moooolto pacata...al contrario ad esempio della mia amoretta che ormai è piena di passione per la sua squadra...
ma per una sera mi sono esposta anche io...dopo la delusione del Milan speravo in quella squadretta tanto caruccia che ospita il giocatore più bello del mondo -Ballack, ovvio-...uscito il milan dalla champions io l'avevo buttata là "il chelsea vince"...senza crederci un granchè in realtà...invece la squadra blu ce l'ha fatta...è arrivata in finale....dopo un primo tempo critico ha dominato la partita (anche se ballack ha fatto solo danni -a sto punto era meglio godersi la sua bellezza in panchina- e di occasioni per tirare in porta ce ne sono state eccome)...e poi ronaldo che sbaglio il rigore e io festeggiavo già...........e poi mi arriva Terry (terry lo so che è colpa tua che hai fatto i riti woodoo al tuo omonimo...)e fa quel danno ENORME...............boh l'ho vissuta tantissimo questa partita, senza una reale ragione....fatto sta che mi è rimasto l'amaro in bocca.....ma vabbè....come mi ha ricordato la mia elisetta oggi "tra due settimane cominciano gli europei".......
ah e in tutto ciò oltre al danno la beffa....mio fratello ha vinto 50 cent che aveva scommesso sulla vittoria del manchester............

Wednesday, 21 May 2008

gomorra

agghiacciante, rivelatorio, interessante, violento, crudele, veritiero, sconcertante, preoccupante, riflessivo, tragicomico......appena finito di vederlo questi erano gli aggettivi che mi balenavano in testa....in certi momenti della visione non realizzavo che quelli descritti fossero fatti reali e immaginavo un lieto fine...ma il lieto fine non c'è...anzi non c'è proprio per niente in vista una fine... e la cosa che ancora adesso mi sbalordisce è credere che magari non tutta Napoli è così, ma certe zone si....sono narrati fatti reali, una realtà che si sviluppa intorno a noi.....inesorabile e spietata, e, volenti o nolenti, ci coinvolge tutti...il libro ammetto di non averlo letto, ma rimedierò a breve, studio permettendo....mio nonno mi ha già annunciato che è molto più completo e preciso e ammetto di essere molto, molto curiosa...io, ammetto, sono abbastanza ignorante in materia...al sud non ci sono mai stata, ma una mia cara amica è di Napoli, e un altro mio amico al sud ci vive per metà periodo dell'anno...pensare a camorra per me era pensare a una versione moderna del padrino...che invece di far trovare a jack woltz la testa del suo cavallo nel letto magari fa esplodere la bugatti si un altro rivale....e invece no......io come al solito ringrazio Filippo che quando si tratta di politica o di materie attinenti è sempre preparatissimo in materia (merito suo se ho passato tributario CAPENDOLO!!!)...e lui ovviamente molto pazientemente mi ha illustrato questa realtà per me così sconosciuta e invece così reale, che uno dei suoi migliori amici poi conosce più che bene...così diversa da quella che io potevo immaginarmi......un'organizzazione spietata che controlla tutto e tutti i suoi membri e non...
capisco i 5 minuti di applauso al festival di Cannes, capisco l'enorme successo che già il film ha nelle sale....e non posso che consigliare a più persone possibili di vederlo...non per considerare oro colato ogni singola scena, ma per farsi un'idea, per smuovere qualcosa....io appena uscita dal cinema avrei voluto iscrivermi al primo partito di azione politica per smuovere qualcosa...anche solo la più piccola...guisto per non sentirmi inutile come mi sono sentita....d'altronde cosa faccio io per il MIO paese???finchè mi sveglio alle 11.00 e la mia massima aspirazione è passare privato non molto.......ma se da un lato vorrei spostare montagne mi sembra di essere una personcina così piccola e inerme di fronte a tutto ciò da rassegnarmi in partenza...ringrazio Saviano e ringrazio Garrone per avermi dato una scossa...aver levato una delle mille fette di prosciutto da davanti agli occhi...se non altro dentro di me una consapevolezza si sta creando..insieme a una considerazione finale: tornata a casa dal cinema mio fratello mi chiede "ma chi è 'sto Gomorra" e io, ovviamente "Leo se a catechismo non faceste sempre solo sagra sapresti che è una città biblica, citata nelle genesi insieme a sodoma, in quanto città in cui dominava il peccato e la corruzione dell'anima, e quindi distrutta da Dio".....bene(mi scuso se ora suonerò un pò blasfema)all'epoca è intervenuto Dio...stavolta invece chi porrà fine a tutto ciò????

finale di champions

stasera io tifo solo per lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Saturday, 17 May 2008

veneta dentro


-Sei veneto se... almeno uno dei tuoi parenti vota 'lega nord;

-Sei veneto se... usi la bestemmia come punteggiatura;

-Sei veneto se... almeno una volta sei stato in gita con la scuola o con la famiglia a Venezia;

-Sei veneto se... lo spritz (spriss! ) lo berresti mattino, pomeriggio e sera;

-Sei veneto se... hai problemi con le preposizioni (sono 'da' Bassano invece che sono 'di' Bassano,abita 'sul' condominio di mia sorella invece che abita 'nel' condominio di mia sorella..);

-Sei veneto se... tuo nonno ti insegnava che l' Italia meridionale inizia da sotto il Po

-Sei veneto se... sai cantare 'sul piave mormorava' almeno fino a 'il Piave mormorò: non passa lo straniero!';

-Sei veneto se... anche in mezzo alla coltre di nebbia più fitta non perdi mai l'orientamento;

-Sei veneto se... ti piace il crinton e in qualche modo riesci ad averne un litro anche se non è più in commercio!

-Sei veneto se... alle elementari non riuscivi a cogliere le doppie (e anche ora si fa un pò di fatica!)

-Sei veneto se.... per richiamare l'attenzione di qualsiasi persona dici 'Où?';

-Sei veneto se... almeno una volta hai letto sui cavalcavia 'Veneto stato sovrano' o 'Roma ladrona';

-Sei veneto se... la prima vacanza con gli amici l' hai fatta a Jesolo;

-Sei veneto se... tuo papà, tuo nonno o tuo bisnonno era un alpino;

-Sei veneto se... sai cos'è 'l'ombra longa tour';

-Sei veneto se... il tuo superlativo assoluto preferito è 'stra' (strabon, strafigo, ecc ecc...);

-Sei veneto se... almeno una volta in vita sei stato invitato a mangiare 'poenta e osei';

-Sei veneto se... la prima volta che ti sei ubriacato avevi 13 anni;

-Sei veneto se... la tua lingua madre è il dialetto veneto e l'italiano se lo sai lo sai altrimenti non importa;

-Sei veneto se... almeno metà delle persone che conosci ha il cognome che finisce con la lettera 'N';

-Sei veneto se... la Nardini è l'unica grappa degna di nota;

-Sei veneto se... almeno uno dei tuoi parenti o dei tuoi amici è a capo di qualche azienda;

-Sei veneto se... sei convinto che 'crostoli' sia italiano (in realtà si chiamano chiacchiere! ).

l'Ale non si smentisce mai...nuova mail...

Corso di formazione per uomini

TEMA DEL CORSO: diventare intelligente quanto una donna (quindi essere perfetti )

OBIETTIVO PEDAGOGICO: corso di formazione che permette agli uomini di sviluppare quella parte del cervello della quale ignorano l'esistenza.

PROGRAMMA :
4 moduli di cui uno obbligatorio.

MODULO 1: CORSO DI BASE OBBLIGATORIO
1. imparare a vivere senza la mamma (2000 ore).
2. la mia donna NON è MIA MAMMA (350 ore)
3. capire che il calcio non è altro che uno sport (500 ore)

MODULO 2 : VITA A DUE
1. avere bambini senza diventare geloso (50 ore)
2. smettere di dire boiate quando la mia donna riceve i suoi amici(500 ore)
3. vincere la sindrome del telecomando (550 ore)
4. non fare la pipì fuori dal water (100 ore, esercizi pratici con video)
5. riuscire a soddisfare la mia donna prima che cominci a far finta(1500 ore)
6. come arrivare fino al cesto dei panni sporchi senza perdersi (500 ore)
7. come sopravvivere ad un raffreddore senza agonizzare (300 ore)

MODULO 3 : TEMPO LIBERO
1. stirare in due tappe (una camicia in meno di due ore: esercizi pratici)
2. digerire senza ruttare mentre lavo i piatti (esercizi pratici)

MODULO 4 : CORSO DI CUCINA
Livello 1 (principianti) : gli elettrodomestici: ON = ACCESO - OFF = SPENTO
Livello 2 (avanzato): La mia prima zuppa precotta senza bruciare la pentola.

Esercizi pratici: far bollire l'acqua prima di aggiungere gli spaghetti.


Sono inoltre previsti dei temi speciali di approfondimento; a causa della complessità e difficoltà di comprensione dei temi i corsi avranno un massimo di 8 iscritti:

TEMA 1 : il ferro da stiro; dalla lavatrice all'armadio: un processo misterioso

TEMA 2: tu e l'elettricità: vantaggi economici del contattare un tecnico competente per le riparazione (anche le più basilari)

TEMA 3 : ultima scoperta scientifica : cucinare e buttare la spazzatura non provocano ne' impotenza ne' tetraplegia (pratica in laboratorio)

TEMA 4: perché non è reato regalarle fiori anche se sei già sposato con lei

TEMA 5 : il rullo di carta igienica: 'la carta igienica nasce da sola nel portarullo?' (esposizioni sul tema della generazione spontanea)

TEMA 6: come abbassare la tavoletta del bagno passo a passo (teleconferenza con l'Università di Harward)

TEMA 7: perché non è necessario agitare le lenzuola dopo aver emesso gas intestinali (esercizi di riflessione di coppia)

TEMA 8: gli uomini che guidano possono chiedere informazioni ai passanti quando si perdono senza il rischio di sembrare impotenti (testimonianze)

TEMA 9: la lavatrice: questa grande sconosciuta della casa

TEMA 10: è possibile fare pipì senza schizzare fuori dalla tazza? (pratica di gruppo)

TEMA 11: differenze fondamentali tra il cesto della roba sporca e il suolo (esercizi in laboratori di musicoterapica)

TEMA 12: l'uomo nel posto del passeggero: è geneticamente possibile non parlare o agitarsi convulsamente mentre lei parcheggia?

TEMA 13: la tazza della colazione: levita da se' fino al lavandino? (esercizi diretti da Silvan)
TEMA 14: comunicazione extrasensoriale: esercizi mentali in modo che quando gli si dice che qualcosa è nel cassetto dell'armadio non domandi 'in quale?'

Friday, 16 May 2008

leggi di murphy

dunuqe dunque....ultimi giorni intensi........come al solito la lui ha imparato delle cose nuove e importanti...e almeno di questo è contenta perchè va sempre bene sapere nuove cose....
allora....premetto che tutte le mie considerazioni ruotano intonro a quella sfera irrazionale dei sentimenti che ha una realtà tutta sua che io evidentemente non riesco a capire....tutto parte dal presupposto che io ho la sindrome da crocerossina...si si...se io non mi rendo le cose complicate non sono contenta...e me lo sono entita dire un sacco di volte, ma quando racconti certe cose, ti rendi conto di quello che dici e soprattutto dei fatti che ci stanno dietro, e ti senti dire cose da gente che ha il doppio della tua età, allora forse forse cominci a credere che effettivamente il tuo atteggiamento è effettivamente più autolesionista di quanto non sembri....se non altro piano piano però mi stacco da un elemento autolesivo..................per trovarne subito un altro....

eh si perchè non basta che io abbia la sindrome suddetta...sarà sfortuna, sarò io che sono stata colpita da un rito woodoo....ma le situazioni che sembrano partire col piede giusto poi sono ancora più catastrofiche di quelle che già in partenza, si sa, si svilupperanno nella direzione del disastro...

gente che da un giorno all'altro non si fa proprio più sentire, o che rimane appiedata per conoscerti, ma poi non ha la morosa perchè non vuole l'impegno....e poi la solita categoria: quelli con la morosa....a volte tra l'altro bellissimi (intelligenti e simpatici..buahahahaha) che si fa anche fatica a dire di no, ma cristo dio...alla povera tipa che aspetta a casa perchè non ci pensate e devo fare io la persona respinsabile????fossero morose brutte poi, ma uno che c'ha marissa cooper come morosa proprio non lo capisco perchè deve "fare il bello"-come dice alby....mi fai sempre trooooppppooooo ridere-....mi sento davvero come sailor moon quando non capiva niente e andava in giro con un mega punto interrogativo in testa......la stessa testa che a volte sbatterei contro il muro come si fa con i telecomandi inceppati per farli rifunzionare...eh si perchè sarà che gli uomini sono più complicati di quello che sempre si dice, ma a me le cose semplici proprio non piacciono...e finchè una cosa so che la posso avere non mi interessa, quando è irraggiungibile sembro morire senza.....

e fatalità proprio adesso che scrivo tutte ste riflessioni mi contatta una persona inaspettata....boh.........sarà che sono in carenza di sonno, sarà che sono sconcertata da certe cose che proprio non capisco,sarà sarà sarà....sarà che per me l'odierno 16 maggio è un giorno strano visto che ho ricevuto nel giro di due minuti due contatti inaspettati, nonchè una conversazione inutile e fuori luogo in precedenza....

vabbè....parentesi di sfogo aperta e chiusa...e adesso, se son rose bene e se no seguirò il consiglio del mio AMICO Denny e vado a farmi suora...(dovrai cambiarmi motto però allora, buahahahaha)

Monday, 12 May 2008

in attesa

dunque...ieri il mio adorato fratello ha ricevuto il sacrmento della comunione....senza sapere i dieci comandamenti, senza sapere cosa rappresenti la particola...ma noooooon impoooorta...finchè le catechiste per spiegare la storia di mosè si limitano a far vedere il film della disney, e finchè ogni volta che lo vado a prendere a catechismo si festeggia un compleanno, non c'è da stupirsi molto!
si insomma non c'è da stupirsi quindi se mio fratello non fosse tanto agitato per l'evento religioso, quanto invece per la montagna di regali che ha ricevuto....e tra questi mio fratello (l'altro più grande ovviamente) ha pensato di regalargli i 3 dvd di indiana jones...e ovviamente ieri quindi abbiamo visto subito "il tempio maledetto" che è da sempre stato il mio preferito...soprattutto per certe scene e per l'indimenticabile "cervello di scimmia semifreddo" buahahahaha!quanto ridere...io poi ridevo già prima che ci fossero le scene simpatiche...ma vabbè...tutto ciò per dire che ho rivisto questo stupendo film, e mi sono subito ricordata che a fine mese, dopo secoli e secoli e ancora secoli, esce il quarto episodio.....io non ci speravo nemmeno più....e onestamente non so cos'aspettarmi.....ieri ho visto lo stupendo Harrison Ford da giovane, che era VERAMENTE STUPENDO!quasi stupendo come in guerre stellari, però ormai sono passati un bel pò di annetti....e lo stupendo Harrison Ford ha ceduto il passo alla sua evoluzione anziana, che, mi dispiace ma è così, ricorda appena il fascino precedente.....beh insomma(dopo aver abusato terribilmente dell'aggettivo stupendo) mi lascerò sorprendere dalla performance di indiana "da vecchio".....mille punti comunque Harrison li guadagna a prescindere per essersi prestato ad un impresa simile, ho letto più e più volte come in questi anni, in cui hanno girati il film, si è rotto ossa e ha perso denti.....e quanto alla trama e al risultato finale: il verdetto ci sarà dopo il 23 maggio!

Saturday, 10 May 2008

a volte

ho dei momenti in cui sto così bene che mi sembra di scoppiare.........
purtroppo sono MOMENTI....ma sono contenta per ogni stilla di buon umore che la giornata mi concede!!!!!!!e se potessi li chiuderei davvero in un vasetto di marmellata da riannusare nei momenti tristi!!!!
e non c'è niente da fare, ma noto sempre più come questi momenti siano inevitabilmente legati a certe persone!!!!persone che io adoroooo!!!!!come la mia eli!!!!!o la mia ale!!!!!e poi ovviamente Alberto, che a volte vorrei davvero chiedere in prestito ai suoi genitori perchè mi fa venire i crampi alla pancia!!!!maledetto ateneo padovano che questo semestre ha previsto così poche lezioni!!!!!se dovessi tracciare un grafico del mio umore durante la settimana probabilmente subirebbe un'impennata nei giorni di lezione in cui Alberto ci degna della sua presenza!!!

si insomma...stamattina il buon umore regna sorano!






buon sabato sereno a tutti!!!!

Wednesday, 7 May 2008

bucky è sempre bucky...

buahahahahahahahahahahahahahahahahahaha!!!!!!!!!!!!!


non so che farci....io lo adoro troppo!!!!!!!!





Tuesday, 6 May 2008

...

in realtà questo post volevo dedicarlo al resoconto del viaggio...alla descrizione della stupenda Stoccarda e alla narrazione dell'oddissea della vostra prode sottoscritta che per la prima volta in vita ha avuto un incontro ravvicinato con l'alcol devastante......
e invece preferisco riflettere sull'inevitabile azione del tempo, e sulla precarietà dell'esistenza (quanta saccenza e poesia)...
mi stupisce sempre come io riesca ad avere sensi di colpa e preoccupazioni per le cose più assurde, e, in fin dei conti, più banali che ci siano.........già a scuola se prendevo un voto sotto una certa media tragicamente iperbolizzavo la cosa, mi sentivo una fallita, un'incapace......pensavo di salire le infinite scale del campanile per poi buttarmi giù perchè tanto il mondo non aveva bisogno di un'inutilità come me....mi autopunivo studiando il triplo anche se non avevo niente da studiare, e non uscivo di sera anche se ne avevo voglia....(un pò lo faccio ancora ora, si non sono normale)......si insomma non ho mai avuto bisogno dei genitori che mi mandassero a letto senza cena...il senso di delusione e di insoddisfazione me lo sono sempre creata da me, e devo ammettere, spesso inutilmente, soprattutto in materia scolastica.......lo so....sono il miglior esempio di chi di trasforma una mosca in un elefante.........
e poi invece succedono fatti che ti danno una scossa, che ti fanno riflettere sulle cose davvero tragiche e serie, quelle per cui davvero ci si potrebbe buttare giù dal campanile.....ok magari sono ancora giovano per fare riflessioni sulla salute o sulla morte, però inevitabilmente comincio ad averci a che fare, e mi riempiono di tristezza e disperazione infinita...e in quei momenti, in cui mi fermo a riflettere sulle cose relamente serie mi prenderei a schiaffi per tutte le altre volte in cui le mie mosche si sono trasformate in elefanti.......

Wednesday, 30 April 2008

in partenza

e tra un paio di ore si parte e si abbandona la padre patria per tornare in madre patria.........che bello!!!!!!!tutto è pronto per partire, anche i mille e mille post-it attaccati in camera per dissuadere mio fratello dal rovistare nelle mie cose, anche se dubito riguardo alla loro efficacia........stavolta non vado in un posto conosciuto, ma è comunque sempre la "mia" Germania, che per me da sempre è il paese dei balocchi!!!!mi auguro solo di non rimanere delusa, ma dai presupposti non sembra esserci pericolo!!!!
ciao Italia e ciao a tutti i tesori che lascio qui!!soprattutto alla mia mammina che è invidiosissssssima, ma allo stesso tempo contenta per me!

alcuni pochi eletti ovviamente riceveranno la consueta cartolina.........preparati Albi!!!!!!HO ANCHE SCOPERTO IL TUO STRA BENEDETTO CAP!!!!!!sono un genio, quindi ti arriverà anche stra prestissimo, probabilmente perfino della sorpresa-bucky-lettera!!
buona serata ai miei tesori di corso che domani festeggiano senza di me!in particolare all'Ale e a Terry........recupereremo!chiaro!

arrivederci e a presto al territorio italiano e buon viaggio a me e ai miei compagni d'avventura!!!(finalmente in viaggio con la mia amora tra l'altro)!!!!!!
che dire.......sono proprio felice di andare via un pò!

Friday, 25 April 2008

un giovedì istruttivo

allllllora.......oggi ho imparato un sacco di cose ESSENZIALI

1) mi sono dovuta ricredere sul mio dentista.......è pessssssssimo!per fare il figo oggi mi ha rifatto un dente già rifatto che in effetti però non era perfetto.....risultato: adesso il mio povero povero dente è preso ancora peggio e si vede chiarissimo il pezzo aggiunto...ma beneeeeeeeeeee!!!!!

2)è meglio seguire i consigli delle tinte quando c'è scritto che sono ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIATE per capelli troppo chiari...........per fortuna ho fatto solo uno shampoo colorato, ma comunque ora per un paio di lavaggi mi tengo i miei orrendi capelli verde-grigi-rosa-rossicci...in attesa di maggio quando li rifarò definitivamente del mio colore........e se non altro MAI PIù ESPERIMENTI A CASA!!!!!

3)quando torno a casa di notte mi conviene mettere SEMPRE SEMPRE SEMPRE L'ALLARME, cascasse il mondo........eh si perchè stanotte qualche simpatico individuo ha provato a forzare la porta del mio terrazzo, proprio la porta di camera mia..........BRIVIDI!!!!!

4)il mio telefono è stupendo, ma ultimamente sta disperdendo sms che quindi non mi arrivano mai, motivo per cui sarebbe opportuno meditare su un possibile cambiamento dell'oggetto...

questi i tratti salienti del mio giovedì....in giro per la città , nonchè per la facoltà, con un berretto di dubbio gusto per mascherare i pastrocchi in testa, e perdendomi il caffè di "arrivederci prima delle vacanze" dei miei compagni di corso (si perchè fino all'8 maggio non abbiamo più lezione), motivo??non mi è arrivato il sms d'invito!!!!!!ma pazienza...l'oroscopo in effetti consiglia di stare a casa, ora medito sul da farsi, confidando che domani è un altro giorno, sperando in qualche considerazione positiva!!!

Tuesday, 22 April 2008

CONGRATULAZIONI!!!!!

in realtà non so quale sia il termine giusto da usare in queste situazioni......ma, a prescindere dall'etichetta, io faccio tantissimi complimenti al papà dell'Ale, che oggi si è sottoposto a
un'operazione a cuore aperto, dall'esito positivo !!!!!!!!!!!!!!!
(con un grandissimo respiro di sollievo mio e ovviamente dell'Ale)
e come ho già osservato un'altra volta, in queste situazioni, in cui ci sono rischi così elevati, e c'è di mezzo la salute, tutte le altre piccole preoccupazioni ed angosce sembrano sparire nel nulla!!!!!!

Friday, 18 April 2008

è giovedì

stamattina appuntamento con un signore che non vedevo da anni, e che evito, se posso, di vedere:il dentista...ebbene si...sono una "dentistifobica"...anni fa non lo ero, ma quando ti ritrovi un dentista idiota e inetto capce solo di procurarti fastidio, la fobia può essere una delle reazioni....e infatti io mi ero GIURATA di non andare MAI più dal dentista!!!!a meno che non fosse proprio proprio proprio necessario...nemmeno quando mi era sembrato di avere una carie, di tanto in tanto estremamente dolorante, avevo detto nulla a nessuno per evitare la visita da signore in bianco....e invece disgraziatamente, a fine dell'anno scorso, cercando di cavare la parte di plastic contenente l'inchiostro da una penna TAC, mi si è fastidiosamente scheggiato un dente...una cosa minima...alla vista quasi impercettibile....chissenefrega ho pensato io......dal dentista non ci vado.......invece poi, fatalità proprio a capodanno, ho preso una botta sul punto scheggiato...conseguenza: dente ESTREMAMENTE sensibilizzato...(chi mi ha visto a capodanno infatti può confermare che ero un pò assente...dente del giudizio in crescita e dente scheggiato sensibilizzato...WOW)comunque...se avessi avuto fastidio solo a capodanno amen, ma invece il fastidio si è periodicamente riproposto...e anche se si vede poco, si vede e ormai lo considero un assoluto difetto antiestetico....sicuramente però non sarei mai andato dal mio vecchio dentista "sonoilpiùfigociprovocontutteeleportoamangiaresushi"....ma fortunatamente il mio adorato fratellol ha pensato di procurarsi anche lui un pò di male ai denti...e quindi il caro papi si è informato nell'ambiente medico chi fosse il più raccomandabile, ed ecco che per stamattina io ero bella e pronta con la mia radiografia e il mio appuntamento e.....la mia fobia..........
poi l'inizio di giornata sembrava pesssssssssimo!!!!!!mi sono alzata prima del dovuto(cosa positiva perchè potevo fare tutto con calma) peccato che poi ho fatto dei danni assurdi cercando di farmi il caffè(da quando è rotta la macchinetta e esiste solo quel reperto storico altrimenti conosciuto come moka-con o senza "k" non so-, fare il caffè è una tragggggggedia)...quindi: mezz'ora a pulire la cucina, spalancare le finetre per far uscire l'odore di caffè bruciato, oulire la moka suddetta, e preparare un altro caffè...che al secondo tentativo era OTTIMO, anche se un pò troppo...sono iperattiva ancora adesso...10 ore dopo.........vabbè......comunque poi ovviamente sono arrivata alla fermata dell'autobus due minuti dopo l'autobus che mi è bellamente passato davanti.....che bellllllo!ma mai paura...si aspetta quello dopo, sulle note di romeo&juliet che oggi avrò ascoltato un milione e una volta(un pò la versione the killers un pò quella dire straits, perchè non so che farci ma mi piacciono tantissimo tutte e due!!!!!).......e una volta salita sull'amico autobus si acopre che qualche GENIO ha deciso di fare un incidente proprio sulla strada che porta al mio BUONGIORNO(si io ho un rituale di buongiorno mio, e come tutti i rituali di buongiorno è necessario per cominciare bene la giornata).......riuffa...e invece poi tutto si è svolto positivamente...ho trovato SUBITO l'indirizzo del signore in bianco...e considerato il mio senso dell'orientamento è mooooolto lodevole!

poi il tappeto rosso sulle scale, l'mbulatorio stupendo, le infermiere-assistenti-ocomecavolosichiamano gentilissime, è l'uomo in bianco gentilissimo e simpaticissimo!!!!si insomma ho UN POCHINO rivalutato la mia fobia...anche se mi hanno detto che probabilmente dovò cavarmi i denti del giudizio sotto...e questo mi fa moooolto poco piacere...comunque intanto voto 30 al mio nuovo uomo in bianco!!!!!!!

Saturday, 12 April 2008

dedica

ho voglia di dedicare il testo di una canzone alla mia amora...perchè ultimamente causa studio la vedo davvero poco, ma le voglio comunque un sacchissimo di bene e ieri che l'ho sentita al telefono mi ha detto delle cose per cui sono davvero moooooooolto orgogliosa di lei, e per cui le faccio già un grandissimo in bocca al lupo per i suoi progetti...!!!!!!!!!
TI VOGLIO TANTO TANTO BENE!!!!!!!


And I never thought I'd feel this way

And as far as I'm concerned I'm glad I got the chance to say

That I do believe I love you
And if I should ever go away

Well then close your eyes and try

To feel the way we do today

And then if you can remember
Keep smiling, keep shining

Knowing you can always count on me, for sure

That's what friends are for

For good times and bad times

I'll be on your side forever more

That's what friends are for
Well you came in loving me

And now there's so much more I see

And so by the way I thank you
Oh and then for the times when we're apart

Well then close your eyes and know The words are coming from my heart

And then if you can remember